COSMESI ECOBIO

Perché preferirla?

Perché preferire il BIO?

Qualche anno fa mi sono imbattuta sul Tubo in un video del Dott. Fabrizio Zago (per chi non lo conoscesse, è un noto chimico industriale) il quale, fra l’altro, riportava i dati di uno studio scientifico in base al quale ogni donna utilizza mediamente al giorno 12 prodotti cosmetici contenenti 168 sostanze chimiche.

Negli Stati Uniti 1/3 dei prodotti presi in esame contiene almeno una sostanza sospettata di essere cancerogena; il 45% di questi potrebbe essere dannoso per il sistema riproduttivo mentre il 60% contiene sostanze definite “disturbatori endocrini”.

La materia, purtroppo, non è ancora pienamente stata regolamentata e per questo anche l’alta profumeria non è indenne dall’utilizzo di sostanze potenzialmente nocive per la salute degli ignari consumatori.

Oltretutto, molte di queste sostanze come ad esempio i siliconi e i derivati del petrolio (che sono al primo posto dell’inci di numerosissimi prodotti cosmetici) non solo sono dannose per la salute ma anche inutili sotto il profilo cosmetico.

I grassi vegetali naturali (ad esempio l’olio di argan) sono sostanze “vive” che interagiscono con la pelle fornendo un’idratazione diretta e apportando realmente sostanze nutritive alla pelle.

Viceversa, i grassi sintetici (paraffina, petrolati ecc) sono sostanze morte, a basso costo (e questo  il motivo della larga diffusione) che formano una barriera occlusiva sulla pelle creando un effetto di levigatezza sostanzialmente finto.

Schermata 2017 05 08 a 18.28.33 e1494260971983 COSMESI ECOBIO

Alla luce di queste considerazioni perché non dare una possibilità alla cosmesi ecobio?

I vantaggi sono molti in termini di efficacia, di salute e di salvaguardia dell’ambiente.

Come orientarsi nella scelta dei prodotti da utilizzare?

Inizialmente è piuttosto difficile orientarsi nella scelta di cosmetici che siano realmente ecobiologici. Questo perché spesso le etichette dei prodotti riportano in modo improprio la dicitura “verde”, “green” “bio”.

L’unico modo per effettuare una scelta consapevole è verificare l’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) cosa, purtroppo, per nulla agevole se non si è addetti del settore.

Allora come fare?

Per fortuna ci vengono in aiuto alcuni strumenti: primo fra tutti il Bio-Dizionario, consultabile online, dove sono state catalogate la maggior parte delle sostanze chimiche ed è espressa una valutazione di facile lettura (è presente un semaforo che può essere verde, giallo o rosso in base all’accettabilità o meno della sostanza presa in esame). Si tenga presente che la composizione INCI deve essere scritta partendo dal prodotto presente in quantità maggiore fino a quello minore. Dunque se trovate un ingrediente contrassegnato dal colore rosso all’inizio della lista è grave, molto meno se si trova in fondo alla lista.

Oltre al Bio Dizionario ci sono numerosi siti come Sai cosa ti spalmi, Forum come il Forum di Lola, gruppi Facebook come We Love Bio e applicazioni come Biotiful in cui possibile verificare sia il prodotto nel suo complesso, sia i singoli ingredienti, sia leggerne una recensione.

Le certificazioni

Altro importantissimo ausilio sono le certificazioni (ad esempio ICEA, ECOLABEL, VEGANOK ecc) chiaramente non sono tutte uguali e ognuna risponde a standard più o meno elevati sia sul piano nazionale che internazionale, ma in linea di massima  garantisco l’analisi del prodotto da parte di una commissione qualificata e l’esclusione di numerose sostanze pericolose (ma ammesse dalla cosmesi tradizionale).

Scegliendo prodotti certificati si ottengono più risultati utili: si sostiene l’ambiente, si evita di avvelenare la natura, si incrementano le economie emergenti e, soprattutto, si tutela la propria salute.

La reperibilità.

Nonostante la cosmesi ecobiologica sia forte ascesa, non sono ancora molte le bioprofumerie o comunque i negozi fisici nei quali potersi rifornire.

E’ vero che ormai la larga distribuzione offre alternative a prezzi contenuti di prodotti interamente verdi o comunque dall’inci accettabile.

Ma se, come me, si è appassionate di questo ambito allora non rimane che comprare online. Per fortuna ci sono davvero numerosissimi negozi virtuali, anche molto funzionanti.

La performance

Ultimo punto  riguarda la resa di questi cosmetici, perché la domanda che tutti si pongono è se questi questi prodotti funzionano o meno.

Per me la risposta è assolutamente si.

Ci vuole tempo, costanza e sperimentazione ma i risultati non tarderanno a farsi vedere: la pelle migliora e anche i capelli, passato il momento iniziale molto critico, cambieranno in positivo.

Continua a seguire i consigli di BANANABIO su instagram!

CERCA