SMART URBAN STAGE – il futuro della città

smart urban stage milano 1024x682 SMART URBAN STAGE   il futuro della città

Dopo un tour attraverso  le principali città d’Europa in poco più di un anno, lo SMART URBAN STAGE  è giunto  a Milano, al Parcheggio Pagano, dove – dal 9 al 21 settembre – sono stati in mostra i dieci progetti che hanno partecipato all’edizione cittadina degli smart future minds awards.

La mostra concorso che ha avuto come tema  “Il Futuro della Città” è stata accolta dalla scenografica tensostruttura gonfiabile che smart ha installato in tutta una serie di capitali europee nel corso dell’omonimo tour.
Dieci  i progetti vincitori, visionari,  ma anche sostenibili, scelti da cinque eccellenze italiane: Giulio  Iacchetti (designer), Pippo Ciorra (architetto, senior curator MAXXI Architettura), Davide Bennato  (studioso di media digitali), Eleonora Fiorani (semiologa) e Fabrizio Rovatti (direttore Innovation  Factory – AREA Science Park). A loro si è unito Thomas Weber, Responsabile Group Research &  Development Mercedes-Benz Cars, che ha presentato due ulteriori progetti, fuori concorso, dedicati alla Mobilità (MOVE) e legati a smart fortwo electric drive.

I tre progetti considerati più innovativi sono stati premiati proprio la sera del 9 settembre. Primo premio di 10.000 euro per “Tina – la caldaia che non inquina”, il progetto presentato da Gianfranco Pellegrini nella categoria Explore (Science) che ha convinto la giuria perché “nella sua concreta ed imminente realizzazione, può rispondere nel breve periodo ad obiettivi strategici necessari per la qualità della vita nelle nostre città”.

SUS milano TINA la caldaia che non inquina SMART URBAN STAGE   il futuro della città

Secondo classificato l’elemento “TranSeat” di Maria Jennifer Carew, con un premio di 2.500 € e l’uso di una smart fortwo per un intero anno con la seguente motivazione:”trasformare un elemento di chiusura, una barriera concepita per vivere contro la persona, in un’opportunità  di incontro e di convivialità. Questo è il coraggioso gesto progettuale che caratterizza ‘TranSeat’, la transenna/panca in grado di concretizzare la visione  di una città che può essere ripensata in positivo, ridefinendo e guardando, con nuovi occhi tutto ciò  che concorre a comporla.

SUS milano TranSeat SMART URBAN STAGE   il futuro della città
Terzo posto per il progetto “I Tunnel di Trento” firmato da Elisabetta Terragni e Jeffrey T. Schnapp, che “rappresenta un’azione concreta di riconquista di spazi perduti da parte della comunità e si presta quale emblema di trasformazione virtuosa dell’Architettura in disciplina duttile, smaterializzata, capace di confondersi felicemente con la grafica, il design, la curatela e il disegno del paesaggio”, stando al giudizio della giuria.
SUS milano I Tunnel di Trento SMART URBAN STAGE   il futuro della città

Durante le oltre due settimane di attività, smart urban stage ha visto anche l’intervento degli open source partners: due realtà creative che hanno sposato e reinterpetato lo spirito ecologico e  d’avanguardia promosso da smart, proponendo happening, dj set e talk e il coinvolgimento di blogger,  giornalisti, architetti, designer, creativi e opinion leader legati alla città di Milano: WU Magazine, che ha presentato il suo nuovo progetto editoriale Club Milan‛, e l’associazione culturale Music  Priority.

Smart Urban Stage è stata anche l’occasione per far provare ai milanesi smart fortwo electric drive, la prima vettura elettrica 100%, che entrerà in commercio dalla prossima Primavera.

Immagine 13 SMART URBAN STAGE   il futuro della città

Modalità Demodè è stata ospite del closing party che si è tenuto il 21 Settembre che ha concluso il “road show” europeo ad ha aperto la fashion week.

Smart ha salutato i suoi ospiti nel corso di una serata esclusiva all’insegna della visionarietà e dei ritmi più sperimentali, animata dal live set di Fitness Bitch e dai dj set di Massi The Boss e dell’icona della nightlife meneghina Barbarella.

L’evento si è aperto con GREEN IS THE NEW BLACK, la speciale iniziativa promossa in collaborazione con la Camera Nazionale della Moda Italiana e parte del Calendario ufficiale di Milano Moda Donna SS2012, che ha visto la nota conduttrice tv Filippa Lagerbäck, fashionista attenta alle istanze ambientali, introdurre le creazioni di una selezionatissima scelta di marchi moda giovani, indipendenti e glamorous, che manifestano una particolare sensibilità nei confronti del pianeta: 656, ECOLOGINA, GIULIA RIEN À METTRE, NA’AT e SILENZIO STAMPA.

 

Tutte le info sul progetto qui  http://www.smart-urban-stage.com/

foto smart urban stage milano, courtesy of Phlegmatics

Share on:
CERCA