KOUNELLIS PER TRIESTE – Un’installazione dello “sciamano” dell’Arte Povera

IMG 1833 640x359 KOUNELLIS PER TRIESTE   Uninstallazione dello sciamano dellArte Povera

Piccolo resoconto di un sorprendente weekend a Trieste, tra concerti, mare, bora, spriz bianco, panini con proscoutto cotto in crosta e patriottismo bipolare.

I motivi per scappare da Milano sono sempre legittimi, soprattutto se alla volta di interessanti città poco inflazionate ai confini dell’Italia.

Screen Shot 2014 01 19 at 12.08.35 302x400 KOUNELLIS PER TRIESTE   Uninstallazione dello sciamano dellArte Povera

IMG 1834 533x400 KOUNELLIS PER TRIESTE   Uninstallazione dello sciamano dellArte Povera

IMG 1838 300x400 KOUNELLIS PER TRIESTE   Uninstallazione dello sciamano dellArte Povera

  L’Austria si, ha lasciato un gran segno, ma anche James Joyce e Italo Svevo, mentre l’ex Jugo si afferma a tavola e per le strade. La cosa che amo di più di questa melanconica città sono le molte bettole, autentiche e immutate, in cui puoi incontrare il giovane indipendentista triestino, come la vecia che si shotta un grappìn a mezzodì o il neonazista che affigge manifesti di  Priebke.

La cosa che ho capito è che, nonostante la varietà dei soggetti, Trieste “non e’ un paese per giovani”, l’unico luogo di ritrovo soddisfacente in centro è il Tetris, ruvido club di estrazione “do it yourself”. Tuttavia sono ancora tanti coloro che subiscono il fascino di questa affascinante città e del dialetto incomprensibile dei suoi abitanti. Il clima rilassato, distaccato e un’atmosfera crepuscolare, quasi decadente, si intona con l’aspetto imperiale, neo classicheggiante delle sue architetture.

IMG 1842 300x400 KOUNELLIS PER TRIESTE   Uninstallazione dello sciamano dellArte Povera

Uno dei fan della città dell’alabarda è un grande artista contemporaneo greco, vissuto in Italia, paese che considerò come sua seconda patria. Parlo dello “sciamano” che con le sue istallazioni e performance ardite, rivoluzionò il movimento dell’Arte Povera: Jannis Kounellis.
“Trieste” è un progetto in cui Kounellis trasforma una storica pescheria a bordo porto, in una cattedrale sacra, e mette in scena una sorta di Deposizione con i resti di una nave di legno che sembrano richiamare quelli di un cetaceo spiaggiato. Tra i bancali di pietra su cui è deposta la simbolica e imponente carcassa, utilizza anche materiali già usati in passato come pietre, funi, legni vecchi, oggetti abbandonati privilegiando quelli appartenenti alla città. Anche Kounellis nasce in una città marinaresca e sembra che voglia applicare il suo immaginario artistico al suo amore per il mare e ad un’atmosfera mitico-arcaica che discende dalle sue radici.

Perno centrale della scultura è dunque il relitto di una barca in legno, adagiato, o abbandonato su 38 antichi banchi della pescheria. L’imbarcazione pare essere simbolo di un’entità sacra, un ponte tra la natura, l’uomo e il concetto olistico di trascendenza. Oscura quanto reale, è corredata da una pioggia di pietre d’Aurisina tipiche del luogo, annodate con funi una sotto l’altra che tuttavia non sembrano gravare sul mistico corpo di legno deposto, ma paiono fluttuare celebrandolo attraverso un moto anti- gravitazionale.

L’installazione poi, può trasformarsi in una performance nel momento in cui si decidesse di prendere posto tra le fila delle sedie in legno che l’artista ha allestito ai lati del relitto. Queste, come immobili testimoni di un lutto, sono ricoperte da un drappo nero che rende ancora più drammatica la scena.

E’ emozionante partecipare a questa contemplazione tra gusto bizantino e pesantezza barocca e sapere, tuttavia, che una luce irradiante che si rilette sulle vele spiegate delle barche in partenza dal porto, può essere ammirata al di la dell’immenso finestrato della storica vecchia Pescheria.

IMG 1840 533x400 KOUNELLIS PER TRIESTE   Uninstallazione dello sciamano dellArte Povera

La mostra, che per caso ho avuto la fortuna di intercettare, sarà prorogata fino al 2 Febbraio:

Kounellis Trieste
a cura di Davide Sarchioni e Marco Lorenzetti

Salone degli Incanti | Ex Pescheria
Riva Nazario Sauro, 1 – Trieste
info_expescheria@comune.trieste.it

Share on:
CERCA