Berlino

Una città con una storia da raccontare

%name Berlino

Ormai, grazie alla speculazione edilizia, Berlino non è più quella di qualche anno fa. Il costo della vita sale, e grazie alla gentrificazione di interi quartieri ha perso un po’ quello smalto che ha attirato una intera generazione di artisti e creativi. Nonostante tutto, rimane una città unica nel suo genere, sempre viva e interessante. Dimenticatevi per un attimo dei party che durano 72 ore non stop e guardatevi in giro. È una città permeata di storia, con un passato difficile che emerge ad ogni passo.

A novembre la caduta del muro ha compiuto 25 anni. Sono pochi, e sono tanti. Di lui rimangono alcune tracce e qualche memoriale, e passandoci vicino pare impossibile che quel muretto abbia separato per più di trent’anni una città, una nazione, ideologie opposte.

%name Berlino

Berlino affonda le sue radici lontano, quando il suo ora sobborgo Spandau già intorno all’anno mille era più importante della città stessa per la sua posizione militarmente strategica Alla confluenza tra la Spree e la Havel. Scendendo con la metropolitana nel cuore di Alt-Spandau ci si trova in mezzo a un borgo da favola, a soli 20 minuti dal centro di Berlino.

%name Berlino
Alt Spandau

%name Berlino

A pochi passi dal centro del paese si trova la Zitadelle, la fortificazione medievale che vediamo ora nella sua versione ampliata rispetto all’originale intorno al 1560 dal principe Gioacchino II di Brandeburgo. Ebbe un ruolo molto importante durante la guerra dei trent’anni (1618-48) e durante le guerre napoleoniche. Interessanti i due musei (Am Juliusturm 64, ingresso € 4,50) all’interno della fortificazione che raccontano la storia e l’importanza di Spandau nei secoli.

%name Berlino
Zitadelle

Altro luogo fondamentale per capire la storia di Berlino e della Germania in generale è il Deutsches Historisches Museum, che custodisce la memoria della storia tedesca dal Medioevo ai giorni nostri (Unter den Linden 2, ingresso € 8,00). Particolarmente toccante il percorso attraverso il secolo breve, che con reperti originali e spiegazioni accurate racconta l’orrore crescente che parte dalla grande guerra attraverso l’escalation del nazismo e le motivazioni del perché ha attecchito così violentemente, fino ad arrivare all’esplosione della seconda guerra mondiale, un percorso che dovrebbe essere obbligatorio almeno una volta all’anno per ricordare a tutti quanto inutile e dannosa sia l’intolleranza e in quale orrore collettivo possa sfociare.

%name Berlino
Museuminsel – L’isola dei musei

Una ultima, interessante tappa è la mostra permanente Alltag in der DDR situata all’interno della Kulturbrauerai (Knaackstraße 97, ingresso gratuito) che racconta, tramite oggetti e pannelli interattivi, la vita di tutti i giorni nella Repubblica Democratica Tedesca, piccola ma ben allestita, mette in luce le contraddizioni e le difficoltà a cui andavano incontro quotidianamente i tedeschi dell’est ed è capace di far riflettere e suscitare sentimenti contrastanti, coinvolgendo il visitatore.

%name Berlino
Alltag in der DDR
%name Berlino
Una edicola nella DDR

%name Berlino