VIAGGIO A TOKYO

Un concentrato di contemporaneità e tradizione

Tokyo è un concentrato di tutto all’ennesima potenza tanto forte da spaventarti e affascinarti al tempo stesso. Non basterà una guida, nè una sola visita perchè più vedrai e più ne vorrai, sei spettatore di un film anni ’80 perfettamente conservato che dialoga con un’antichissima tradizione e una complessa contemporaneità urbana.

%name VIAGGIO A TOKYO

Abbiamo trascorso più di una settimana esplorando questa metropoli ma la mia sensazione è stata quella di non riuscire a prenderla, di non entrare fino in fondo, tutto ti attira e come un bambino resti inerme e travolto da mille sensazioni diverse per questo motivo questo sarà solo il primo racconto di una serie di future esperienze in Giappone!

%name VIAGGIO A TOKYO

Tokyo è il viaggio nel viaggio! Immensa, variegata e diversissima sintetizza tutto ciò che troverete durate il vostro viaggio in Giappone.

Il miglior modo di iniziare questa avventura è sfruttare l’insonnia dell’arrivo data dal jet lag e visitare il Fish Market di Tokyo, uno dei più grandi e importanti del mondo dove avviene la famosa asta dei tonni. Un’esperienza unica per osservare da vicino enormi animali marini che con cura e pulizia vengono sezionati e venduti ai migliori acquirenti internazionali. Ma soprattutto questa prima mattina la colazione sarà a base di eccellente sushi e mentre pensate che forse mangiare del pesce crudo alle 6 del mattino potrebbe essere “troppo forte” mettetevi in fila perchè in poco tempo centinaia di persone non avranno alcun dubbio!

NOTA BENE: Recentemente il Tsukiji fish market è stato spostato nel distretto di Toyosu, poco distante dal vecchio mercato del pesce che ha mantenuto intatto il suo fascino, i ristornati e ottimo pesce! Vi suggeriamo una visita ad entrambi i siti.

Noi abbiamo provato Daiwa Sushi (è quello con più attesa ma vale assolutamente la pena) ed è stato uno dei ricordi più belli di questo viaggio. Si entra in una piccola sala con solo 7 postazioni al bancone e per ognuno c’è un “uomo del sushi” pronto per farvi degustare un set unico di crudi mai visti talmente freschi che alcuni si muovono ancora. Non abbiate remore assaggiate tutto sarà una tra le esperienze culinarie più totalizzanti della vostra avventura!

%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO

Per digerire vi suggeriamo una piacevole passeggiata nel parco Hamarikyu Gardens adiacente al mercato in cui vi troverete in un’oasi di pace con alberi geometricamente perfetti e giardinetti zen. Intorno svettano i grattacieli in un interessante contrasto che si ripete in tutto il Giappone tra contemporaneo e tradizionale.

%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO

Appena usciti dal parco cercate verso destra dall’altro lato della strada la Nakagin Capsule Tower, opera per residenze essenziali del 1972 progettata da Kisho Kurokawa, e conosciuta dagli appassionati del movimento brutalist.

%name VIAGGIO A TOKYO
Se siete appassionati di architetture contemporanee, musei, progetti di design e gallerie Tokyo sarà il vostro parco giochi preferito al mondo!

Prosegue il nostro itinerario nel ricco quartiere di Ginza, praticamente la 5th avenue giapponese, dove le boutique firmate possono vantare progetti dei più grandi archistar del mondo da Renzo Piano a Toyo Ito! Non tanto per lo shopping di lusso ma per una passeggiata in questa galleria di architettura contemporanea a cielo aperto. Tappa da non perdere per aggiornarsi sulle ultime tendenze: Dover Street Market.

%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO

Il Tokyo International Forum è un centro congressi e spazio culturale, un’immensa struttura progettata da Rafael Viñoly che ricorda l’ossatura di una nave in cui avventurarsi nei vari piani per osservarne ogni dettaglio.

All’esterno un’area ombrosa è perfetta per una breve sosta, giovani stilosissimi e banchetti di street food accentreranno la vostra attenzione.

%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO

Il quartire di Roppongi è ricco di indirizzi interessanti e quì troviamo The National Art Center, un immenso spazio espositivo con la facciata in vetro ondulato che riflette i colori del cielo, ideato da Kurokawa Kisho che presenta collezioni temporanee di grandi artisti internazionali e vale una visita anche solo per un caffè da sorseggiare nei bar posizionati su alti pilastri interni.

%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO

Poco distante il 2121 Design Sight è uno dei molteplici edifici progettati dal grande Tadao Ando in Giappone in collaborazione con Issey Miyake. Circondato da un parco con tanto di fiumiciattolo in cui poter rinfrescarsi è un museo inusuale in cui le esposizioni esperenziali mirano a studiare le potenzialità del design come mezzo per arricchire e migliorare la vita di tutti i giorni.

%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO

Scendendo verso sud incontrerete il Roppongi Hills, un sofisticato quartiere residenziale con negozi, uffici, ristoranti e fin quì potrebbe sembrare considerato un “banale centro commerciale” se non per due principali attrazioni: il Mori Art Museum all’ultimo piano della Mori Tower presenta mostre contemporanee e la Tokyo City View da cui si gode un panorama incredibile della città grazie alle sue vetrate a 360° e all’altezza di 250m!

All’ingresso il noto Maman Spider Sculpture di Louise Bourgeois.

%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO

Se avete appetito, ma anche se non lo avete sarete sempre pronti a mangiare a Tokyo investiti da aromi di strada e piatti mai visti dall’aspetto invitante, fermatevi da Gonpachi nella adiacente Nishiazabu. Griglia a vista, deliziosi spiedini accompagnati da sake ghiacciato ma soprattutto se vi sembra familiare il posto questo è proprio il ristorante dove è stata girata la memorabile scena di Kill Bill mentre Uma si ritrova a combattere contro gli 88 folli!

Non abbiamo capito l’espressione a Tokyo il vero sport è fare shopping finchè non ci siamo immersi nei quartieri di Omotesando e Aoyama, un susseguirsi di facciate da fotografare come quelle delle boutique di lusso come Prada, Celine, Comme des Garçons, Opening Ceremony, negozi di usato come Chicago Thrift Store (dove poter acquistare yukata e kimono vintage) e poi bistrot, gallerie, viali alberati e vie pedonali.

%name VIAGGIO A TOKYO

Addentratevi nelle vie laterali per passeggiare tranquilli e non dimenticate di fermarvi all’Espace Louis Vuitton, all’interno della omonima boutique in cui sono presenti delle esposizioni temporanee con istallazioni contemporanee molto interessanti!

%name VIAGGIO A TOKYO

Sempre in questa zona vi suggeriamo un stop nello spazio Design Festa, un centro culturale fatto di micro gallerie di artisti alternativi giapponesi e se avete fame girate attorno all’edificio e trovate il bar, Sakura Tei, in cui gustare un ottimo okonomiyaki fatto da voi stessi!

Spostandosi dall’altro lato della città (la linea metropolitana è incredibile e una volta compresa la direzione in breve tempo saprete arrivare ovunque) verso Ueno troverete all’interno del parco il più antico museo del Giappone, il Tokyo Metropolitan Art Museum che con il claim di “finestra affacciata sul mondo dell’arte” vuole che l’arte sia un mezzo per riflettere su sé stessi e sul mondo, uno strumento che permetta agli artisti di esprimersi, instaurando un senso di comunità. E’ molto diramato quindi vi suggeriamo di vedere la programmazione online e scegliere il vostro itinerario!

%name VIAGGIO A TOKYO

La zona di Nishi-Shinjuku rappresenta un’area di uffici e palazzi governativi che vi farà venire il torcicollo a forza di guardare in alto, verso le vette dei grattacieli contemporanei dalle più disparate forme.

%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO

Quì si trova anche il palazzo metropolitano governativo detto Tocho è anche un meraviglioso osservatorio di 202 metri che si raggiunge gratuitamente con un ascensore.

%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO

Un altro luogo da segnalare è Daikanyama, posizionata tra Ebisu e Nakameguro, questo è un sofisticato blocco ombreggiato in cui è piacevole passeggiare tra raffinate pasticcerie, (non fatevi suggestionare provate i dolci giapponesi sono la gioia del palato!), bellissimi spazi culturali come la T-Site, tra le 20 librerie più belle al mondo aperta fino a notte fonda, negozietti artigianali, boutiques di designer giapponesi. Frequentato da mamme stilosissime con passeggini che ospitano bimbi ma non solo anche graziosi cagnolini vestiti e pettinati alla moda!

Dalla tranquillità dei quartieri residenziali alla follia di quelli dell’ultra pop come Akihabara Electric Town. Un tuffo negli anni ’80, in quell’immaginario fantascientifico fatto di Daitarn, Sailor Moon e Doraemon.

%name VIAGGIO A TOKYO

Ritmi frenetici e suoni assordanti provengono dalle migliaia di sale giochi dove persone di qualsiasi età sembrano ipnotizzate a compiere azioni apparentemente futili. E’ quì che la nostra cultura europea entra in crisi, pur sempre nel rispetto ma non riusciamo a comprendere determinati divertimenti soprattutto quando si tratta di adulti intenti a recuperare peluche con una piccola gru telecomandata… La cosa più interessante è osservare i cosplayers che se ne vanno tranquilli in giro immedesimando i personaggi dei manga o cartoon.

%name VIAGGIO A TOKYO

Shibuya e Shinjuku sono il caos all’ennesima potenza, sono il templi del consumismo, infatti sono dovuta tornare un paio di volte per capire come affrontare quest’area. La prima volta sono letteralmente scappata in preda ad una crisi di panico! Immaginate un fiume umano che ne incontra altrettanti, milioni di insegne, suoni, colori eppure tutto è apparentemente ordinato, non vedrete nessuno scontrarsi o suonare i clacson. Inoltre le due stazioni metro sono immense (quella di Shinjuku calcola più di 3.6 milioni di passeggeri al giorno) ed è molto complesso orientarsi ma nessun problema ad ogni angolo ci sarà qualcuno che farà di tutto per aiutarvi evidenziando il percorso con mini mappe!

%name VIAGGIO A TOKYO

Ho cercato disperatamente la statua del cane Hachiko la cui storia mi aveva commosso e alla fine era una piccola scultura davanti all’uscita della metro di Shibuya invasa dalla moltitudine. Forse meglio il film.

%name VIAGGIO A TOKYO

Se volete portare dei souvenir a casa fermatevi nel megastore Tokyu Hands ogni piano è un settore merceologico, cartoleria, beauty e casalinghi sono talmente ampi da perdersi!

%name VIAGGIO A TOKYO

Tokyo è la città delle stranezze, almeno per noi occidentali, dagli eccentrici look delle persone per strada agli avvistamenti fantastici come Godzilla che sbuca da un palazzo!

%name VIAGGIO A TOKYO

Non possiamo non menzionare il Robot Restaurant, ti attira per il suo trash intrinseco ma non ci siamo fatti tentare dato il prezzo piuttosto elevato e i commenti negativi, detto questo è interessare vedere come i ragazzi fuori cercano di promuovere lo show. Vale lo stesso per il Monster Cafè, a voi la scelta!

%name VIAGGIO A TOKYO

Dal contemporaneo al tradizionale in un attimo!

Adiacente al quartiere stylish di Harajuku, che ho apprezzato moltissimo per i vintage e i negozietti indipendenti che vendono accessori per ogni subcultura, basta attraversare la strada per raggiungere il santuario shintoista Meiji all’interno del parco Yoyogi-kōen.

Sembra incredibile che in piena città si trovi un luogo come questo, un salto nel passato e nella tradizione più autentica in cui si incontrano persone di ogni età in yukata, kimono e geta.

%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO

Se sarete fortunati come noi avrete modo di assistere ad un matrimonio tradizionale!

%name VIAGGIO A TOKYO

Da tutta altra parte a sinistra del parco di Ueno si trova invece Yanakail quartiere in cui il tempo si è fermato” infatti sono presenti antichi edifici in legno, negozi di antiquariato e più di cento templi e micro cimiteri! E’ un borgo in cui è d’obbligo una passeggiata per rendersi conto della varietà di una metropoli come Tokyo soprattutto se questa sarà la vostra unica destinazione in Giappone.

%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO

Un altro quartiere in cui respirare un sapore antico è quello di Kagurazaka che si raggiunge dalla stazione di Lidabashi, era il quartiere delle geishe, oggi è un distretto benestante fatto di stradine tranquille e una scena gourmet eccellente.

Appena fuori dalla città

Museo Ghibli

Per entrare nel Museo Ghibli a Mitaka è necessario acquistare i biglietti almeno 6 mesi prima perchè ne vengono messi in vendita per i turisti solo un paio al giorno e ve lo possiamo garantire c’eravamo solo noi di occidentali! All’interno non è permesso realizzare foto ma la visita vale il viaggio se siete appassionati dei lavori del maestro Miyazaki e del suo studio. Modellini originali, disegni, ambientazioni, il gattobus de “il mio vicino Totoro”, la proiezione nella sala cinema del primo corto animato e tantissimi altri riferimenti ai personaggi dei film.

%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO
Shimo-kitazawa

Attratti da numerosi siti che identificavano questo quartiere come il pozzo di San Patrizio dell’usato ci siamo spinti leggermente fuori Tokyo (è comunque raggiungibile con la metropolitana) per trovarci in questo delizioso microcosmo fatto di caffè francesi, vintage shop e hippy. Concedetevi un pomeriggio rilassante di compere e chiacchiere con i local, sarà un’occasione per staccare un po’ dal caos cittadino e rigenerarvi!

%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO

Tokyo by night

Questa città, ma in generale il Giappone, pur essendo di enormi dimensioni è sicurissima per tutti. C’è grande rispetto misto a disagio verso il contatto fisico quindi anche di notte potrete passeggiare ovunque senza mai sentirvi in pericolo. Uscite e lasciatevi guidare dalla folla, illuminare dalla foresta di neon, bevete sakè freddo e fate la fila per entrare nei ristoranti più ambiti (dopo un po’ abbiamo capito che era la strategia migliore per scovare quello giusto tra centinaia di migliaia e mangiare da local!).

%name VIAGGIO A TOKYO

Il Golden Gai è un blocco di viuzze parallele noto per i micro pub talmente piccoli che a volte si entra in 3 o 4! I migliori chiedono un biglietto d’ingresso o una bevuta obbligatoria. Vale la pena per svariati motivi innanzitutto sarà una delle poche occasioni per avere un dialogo con la gente, sono gentili fino allo sfinimento e qualsiasi cosa chiederete faranno il possibile per aiutarvi ma totalmente restii alla chiacchiera, per bere ottimi sake ma soprattutto per vedere quanto poco reggono i giapponesi che dopo due bicchierini sono stesi!

%name VIAGGIO A TOKYO

Kabukichō è il quartiere a luci rosse, quello considerato “malfamato”, diciamo che forse addentrandosi in alcuni locali ci si potrebbe trovare in strani giri ma passeggiando come turisti è molto improbabile notare la differenza con le altre zone della città.

%name VIAGGIO A TOKYO

Asakusa quartiere orientale in cui convive un modernissimo sfrenato e un passato glorioso. La notte lo skyline è dominato dal Super Dry Hall, l’edificio della birra Asahi progettato da Philippe Starck con il pennacchio caratteristico, meglio definito dai giapponesi “la cacca d’oro”…

Salite a 634 metri sulla Tokyo Sky Tree per un panorama d’eccezione!

%name VIAGGIO A TOKYO
%name VIAGGIO A TOKYO

Qualche suggerimenti per mangiare (c’è un continuo turnover di ristoranti che sono in tutta Tokyo circa 1 pro capite quindi abbiamo inserito solo i più noti, il nostro consiglio è provare a seguire la gente e assaggiare senza limiti!)

Daiwa Sushi aperto dalle 6 del mattino per una esperienza di pesce crudo che non avete mai pensato di vivere

Meal MUJI ebbene si non solo taccuini e calzini tabi ma cibo fresco (che vi renderete conto quanto è raro e costoso) senza additivi. Perfetto per un pranzo.

Afuri ottimo ramen con qualche variante creativa aperto fino a tardi! Ce ne sono tantissimi in città cercate quello per voi più comodo e provate “il brivido” di ordinare alla macchinetta ; )

Sakura Tei l’esperienza di cucinare il vostro okonomiyaki

Gonpachi il ristorante in cui è stato girato Kill Bill

Omotesando Koffee la perfetta sintesi di design e caffè nelle sue varianti speciali e rare

Nabezo catena specializzata nello shabu-shabu, un brodo in condivisione in cui intingere carne e verdure, lo amerete!

Foto di Marco Greco

L’avventura in Giappone prosegue con la visita alle Art Islands: Naoshima e Teshima!