VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI

12 giorni nella patria di Andersen

I miei figli, chi li conosce lo sa, ne sanno una più del diavolo. Per cui, dopo aver lungamente pensato ad una meta adatta ad un viaggio con loro, che non fosse la causa di sicuro esaurimento nervoso, abbiamo optato per la Danimarca che oltre ad essere la patria di Andersen, ha fama di essere “family friendly”.

L’atmosfera, a tratti quasi surreale per i nostri stereotipi, evidenzia un Paese che da un lato si distingue per la qualità de servizi resi ai cittadini e dall’altro appare un po’ fuori dal mondo. Nello specifico i negozi chiudono alle 17,00 e i ristoranti, fatta eccezione forse per la Capitale, alle 21,00.

Il nostro viaggio “on the road”, che ha avuto la durata di 12 giorni, ha avuto inizio a Billund e si è articolato in varie tappe fino a Copenaghen. Abbiamo usufruito principalmente di alloggi reperiti su Airbnb (tenendo conto che gli Hotel in Danimarca sono praticamente  inaccessibili a causa dei prezzi elevatissimi).

Isola di Mandø – Ribe

La prima tappa è stata la selvaggia Isola di Mandø che si trova nel sud – ovest della penisola dello Jutland, nel cuore del Wadden Sea danese che è un enorme parco naturale. La particolarità di quest’isola è quella di essere accessibile solo due volte al giorno, ad orari ben precisi, nei momenti di bassa marea.

%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI

Il tratto di strada si potrebbe eventualmente percorrere con l’auto ma noi abbiamo preferito optare per un trattore (ce ne sono vari preposti a questi scopo) e non abbiamo sbagliato perché al ritorno l’acqua era già sufficientemente alta da non consentire il transito della macchina. Si tratta in ogni caso di un’esperienza unica, quella di percorrere una lingua di terra in uno scenario sconfinato, abbagliante, in cui cielo e mare si confondono.

%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI

Una volta raggiunto il piccolo villaggio, costituito da una manciata di edifici, è possibile raggiungere, sempre con il tractor-bus, le spiagge più lontane dove è possibile osservare la colonia delle foche con l’aiuto di binocoli.

%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI

Tornati alla realtà, abbiamo dedicato il pomeriggio alla visita di Ribe che, fondata all’inizio dell’ottavo secolo nell’età del ferro germanica, è la città più antica della Danimarca. La città è davvero graziosa, sospesa nel tempo, che si snoda fra abitazioni pittoresche e piccoli negozi di artigianato. Le principali attrazioni sono il Ribe Vikinge Center (ricostruzione animata di una città vichinga) e la Cattedrale luterana di Nostra Signora che è uno dei più antichi edifici dell’ intera Scandinavia.

%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI
%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI
Billund

Più che alla città di Billund la nostra giornata è stata interamente dedicata al parco di Legoland pensato per i di bambini di tutte le età. Purtroppo il meteo è stato ingeneroso e la nostra visita si è tenuta sotto la pioggia incessante. Siamo comunque riusciti a godere delle attrazioni di questo parco che è a dir poco enorme. Gli amanti dei famosi mattoncini troveranno pane per i loro denti non fosse altro per la bellezza della Miniland che consente di fare un giro virtuale del mondo, attraverso i monumenti più famosi tutti costruiti con i Lego. Da ultimo il biglietto d’ingresso è piuttosto costoso, vi consiglio quindi di comprare su internet prima della partenza degli appositi coupon per ottenere degli sconti.

Aarhus

La terza tappa di questo viaggio è stata Aarhus, seconda città della Danimarca per popolazione, che si trova sulla costa orientale della penisola dello Jutland.

Anche in questo caso, la nostra permanenza è stata a tratti ostacolata dalla pioggia e dal meteo non propriamente estivo, ma questo non ci ha impedito di visitare il bellissimo museo di arte contemporanea ARoS Aarhus Kunstmuseum, uno dei più importanti del Paese, che propone i lavori di artisti contemporanei internazionali.  Dal 2011 un’iconica installazione circolare di Olafur Eliasson “Your Rainbow Panorama” caratterizza l’edificio. Fra le opere più note vi è “Il ragazzo” realizzata dall’australiano, Ron Muecks.

%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI
%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI

Sempre ad Aarhus segnalo il Den Gamle By, museo all’aperto nazionale di Storia e Cultura Urbana, aperto nel 1914, in cui è riprodotto il “vecchio villaggio” ed è possibile visitare le abitazioni, i giardini e le botteghe dell’epoca. Più di recente il museo è stato ampliato e ora comprende due nuove aree relative agli anni ’20 e negli anni ’70. Quest’ultima è particolarmente interessante perché è possibile visitare gli appartamenti di un intero palazzo fedelmente ricostruiti secondo il diverso stile di vita dei relativi proprietari, realmente esistiti.

%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI

Infine, se siete alla ricerca di un ottimo pasto ad un prezzo contenuto, vi suggerisco il ristorante Pho C&P (Soender Alle 14, Aarhus) dove è possibile gustare l’autentico street food vietnamita.

Skagen

A circa 200 km più a nord di Aarhus si trova Skagen ossia la città più a nord del Paese.  Impossibile non rimanere stregati dall’atmosfera magica di questa cittadina, immersa nella luce, dove tutto è ordinato e caratteristico. Si tratta, infatti, di un villaggio di pescatori molto amato proprio per la luce costante che da sempre la rende meta di artisti e appassionati d’arte. Proprio qui, nasce sul finire del XIX secolo, la rinomata scuola di artisti danesi e internazionali.

Sotto il profilo naturalistico, questa zona della Danimarca è soprattutto nota per la punta di Grenen, lingua di sabbia che si estende verso nord – est nel punto in cui si congiungono il mar Baltico e il mare del Nord. In questa selvaggia distesa di terra è possibile osservare un fenomeno straordinario che consiste dall’incontro fra i due mari che si toccano ma non si mescolano mai. Tale fenomeno, molto suggestivo, dipende dalla diversa temperatura e salinità dell’acqua. Su questa spiaggia non è insolito incontrare colonie di foche.

%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI

Vicino alla città di Lønstrup, non potete perdere il faro di Rubjerg Knude che sorge solitario sulla costa a 60 metri sul livello del mare. Insieme a lui solo cielo, acqua ed enormi dune di sabbia. Si dice che questo faro fra pochi anni non esisterà più perché verrà inghiottito dalla sabbia, per ora, impavido, resiste e lotta con gli agenti atmosferici. Più volte in passato si è cercato di riqualificare l’area, più volte la natura ha avuto la meglio.

%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI

Sarà difficile dimenticare questo posto magnetico in cui si avverte nettamente la potenza della natura e, di converso, la fragilità umana.

%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI

Altro luogo imperdibile ed estremamente caratteristico sono le dune mobili dello Jutland settentrionale che avanzano di circa 15 metri all’anno. In questo contesto abbiamo colto l’occasione per visitare la duna migratoria di Råbjerg Mile, la più grande nel suo genere dell’intero Nord Europa. La particolarità è che a tutti gli effetti si ha la sensazione di trovarsi improvvisamente nel deserto, anche se arrampicandosi sulle dune si ha la possibilità di scorgere il paesaggio  circostante e anche il mare.

%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI

Per mangiare ci sono numerosi posti a Skagen dove gustare pesce freschissimo, accostamenti particolari di sapori e ottime birre. Mi è piaciuto particolarmente il Café Knuth’s (Havnevej 14, Skagen).

Aalborg

Da Skagen ci siamo diretti verso Odense facendo una sosta nella città di Aalborg. La caratteristica di questa cittadina è quella di essere considerata la più felice d’Europa in quanto il 99% della popolazione si è dichiarato soddisfatto della sua vita in città.

Il centro storico è molto particolare perché è in bilico fra il vecchio e il nuovo. Ed infatti alle antiche case colorate del XV secolo si contrappongono splendidi murales che rendono l’atmosfera unica.

Se avete tempo vi consiglio di visitare il famoso Utzon Center (noto per il suo design all’avanguardia) e la Casa della Musica.

%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI
Odense

Terza città più grande della Danimarca, si trova sull’isola di Funen. Patria di Andersen, ha un fascino tutto suo. Vitale, pulita, ordinata, ricercata, a portata di bambino. Forse il posto che mi ha colpito di più proprio per la qualità della vita che offre. Un microcosmo immacolato, lontano dal resto del mondo.  Nei giorni in cui siamo stati noi c’era il festival di Andersen e la città era in grande fermento. Numerose le attrazioni previste, soprattutto per i bambini, sparse in varie parti della città.  

%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI

Da vedere sono sicuramente la Cattedrale di San Canuto e il Castello di Odense (visibile solo dall’esterno).

%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI

Inoltre, se come me avete bambini, merita una visita il Castello di Egeskov non fosse altro che per l’immenso parco che lo circonda pieno di piccoli musei, labirinti e numerosi giochi per bambini.

%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI

Il biglietto d’ingresso non è economico, come tutte le cose in Danimarca, ma i vostri bambini vi ringrazieranno.

Copenaghen

Ultima tappa del nostro viaggio, Copenaghen  che si colloca sulle isole costiere di Zealand e Amager. L’impatto con la Capitale ha un po’ l’effetto di un brusco risveglio: si torna al super affollamento, al turismo di massa, al caos tipico delle città europee.

Alloggiamo a Nørrebro affascinante quartiere multiculturale, in una tipica casa danese dei primi del 900. Le vie della zona sono piene di negozi indipendenti che vendono oggetti di arredo originali, quadri, abbigliamento elegante o vintage. Non mi soffermo sulle attrazioni più turistiche quali il Nyhavan con le caratteristiche casette colorate, la Sirenetta e i vari canali dove ci sono numerose persone che fanno il bagno a causa dell’insolito caldo.

%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI
%name VIAGGIO IN DANIMARCA CON BAMBINI

Imperdibile una visita alla città libera di Christiania, fondata negli anni ’70, che è parzialmente autogovernata. Ci colpisce l’apparente degrado ma anche la stravaganza del contesto dove i murales sono padroni. Concludiamo con il palazzo di Christiansborg, il palazzo di Amalienborg (residenza ufficiale dei reali danesi) e con i Giardini di Tivoli di cui ho apprezzato moltissimo i giardini curatissimi.

Per un weekend a Copenaghen segui la nostra guida!