ANOTHERVIEW PROJECT

Finestre con vista

In un racconto di Michel Faber intitolato “The eyes of the soul” un grosso televisore HD viene utilizzato per rimpiazzare una finestra con squallida vista suburbana con un bellissimo panorama su giardino.

Marco Tabasso, Robert Andriessen e Tatiana Uzlova, ideatori di ANOTHERVIEW PROJECT, hanno intuito che la vista di cui godiamo dalla finestra è uno degli elementi più importanti in ogni casa, che influenza la nostra percezione del mondo esterno.

Per questo è nato il progetto, a cavallo tra arte ed interior design, che inventa una collezione di finestre portatili, con vista integrata di 24h ripresa in luoghi molto speciali, con tanto di sonoro originale.

“Imagine spending a day looking at the New York skyline from a private residence not accessible to the public, admiring the clouds gently rolling down Table Mountain in Cape Town, watching the wild animals of Namibia congregating around the watering hole or get- ting lost in the majestic grandness of the Canal Grande in Venice…”

%name ANOTHERVIEW PROJECT

In un epoca in cui attraverso instagram possiamo assistere in tempo reale a scatti realizzati in ogni parte del mondo, in pochi minuti mentre ci rechiamo al mattino al lavoro, in un concitato susseguirsi di immagini che scorrono veloci, immaginiamo invece di fermarci e godere della un paesaggio lontano, che forse mai vedremo dal vivo, osservando i dettagli, percependo il lento scorrere del tempo.

%name ANOTHERVIEW PROJECT

Durante l’edizione 2015 del Fuorisalone di Milano Anotherview Project ha presentato la prima finestra “The Waterfront”, ambientata a Cape Town, presso lo spazio Rossana Orlandi. Mentre nel 2016 “The Upper East Side View”, ovviamente ambientata a New York. La terza finestra realizzata invece contiene “Boulders Bay”, A Penguin Colony in South Africa.

%name ANOTHERVIEW PROJECT

Le prossime viste in programma sono: Etosha National Park in Namibia (Africa) e The Golden Temple in Amritsar (India).

Nel Giugno 2016 inoltre è stata realizzata una vista di 24 ore sull’ormai noto “The Floating Piers” di Christo e Jeanne-Claude, commissionata dalla famiglia Beretta, proprietaria dell’Isola di San Paolo attorno al quale si trovava l’installazione.

Ma le idee sono ancora tante. Per i prossimi due anni Anotherview lavorerà ad un progetto che verrà lanciato su Kickstarter tra Febbraio e Aprile 2017. Il progetto si chiama “Once we were there” e raccoglierà una serie di viste di 24h su luoghi che potrebbero scomparire nei prossimi 50/100 anni come Il ghiacciaio della Laguna San Rafael in Chile. “Il primo da cui vorremmo cominciare è Venezia (sperando ovviamente di sbagliarci)” dicono i curatori.

Anche noi speriamo che si sbaglino, ma aspettiamo di vedere il loro punto di vista su una delle città più magiche al mondo.

E per chi volesse una vista su misura?

“Scegliete la vostra vista preferita in qualsiasi parte del mondo e noi la filmiamo e installiamo a casa vostra.”

Certamente non è un servizio per tutte le tasche! Da 13.000 a 35.000 euro a seconda delle dimensioni e della tipologia di vista.

%name ANOTHERVIEW PROJECT

IG @anotherviewproject

FB Anotherview