TourDeFork Culinary Creative Consultancy

Dalle Secret Dinners alla comunicazione visiva del food

A livello internazionale molto si è sentito parlare di incontri culinari alternativi che si prefiggono come obiettivo esperimenti sociali sfruttando il menù più appropriato.

Vorrei intervistare una realtà prima di tutto italiana. Loro sono i TourDeFork, Culinary Creative Consultancy, ed hanno collaborato, fra gli altri, con Braun, Unilever, Martini, Mondadori, Samsung, Nastro Azzurro, ValCucine, Pasta Garofalo.

%name TourDeFork Culinary Creative Consultancy

Come nasce il progetto Tour de Fork?
TourDeFork nasce dalla volontà di interpretare il cibo in chiave sociale, organizzando eventi chiamati Secret Dinners. L’idea era di creare interazione sociale utilizzando il cibo e l’allestimento in location particolari. Successivamente, utilizzando la stessa formula di allestimento interattivo e social eating abbiamo sviluppato progetti più commerciali per aziende come Braun, Unileaver, Pasta Garofalo etc. Visto il costante interesse per il nostro lavoro e l’incremento di clienti abbiamo continuato a svilupparci in più ambiti creativi, creando un vero e proprio studio di consulenza creativa focalizzato all’industria alimentare. In questo momento stiamo aprendo una piccola sede a Londra con l’intenzione di espandere il nostro raggio d’azione.

%name TourDeFork Culinary Creative Consultancy

Chi sono i due food designer nascosti dietro al progetto?
TourDeFork è stato fondato da Claudia Castaldi, fotografa e food stylist e Stefano Citi, designer. Entrambi appassionati di cibo e di cultura culinaria. La nostra specializzazione è nella comunicazione visiva del food, ci interessiamo a come il cibo viene percepito e vissuto sia da un punto di vista sociale che da un punto di vista commerciale.

%name TourDeFork Culinary Creative Consultancy

%name TourDeFork Culinary Creative Consultancy

Come siete stati accolti dalla realtà circostante?
Il mondo del cibo è un ambito complesso e ricco di figure estremamente specializzate. In veste di designer ci poniamo come intermediari ed interpreti cercando di creare nuove esperienze e nuovi linguaggi di lettura. Il boom mediatico per il cibo di questi ultimi anni ci ha certamente avvantaggiato nel rendere il nostro lavoro più conosciuto e popolare.

%name TourDeFork Culinary Creative Consultancy