Homely cool

Lo stile nel calzino

Si potrebbe dire che la moda del risvoltino sia capitata a fagiolo. O forse è stata una logica conseguenza della crescente attenzione della moda verso le parti basse, le calze ovviamente. Resta il fatto che i due fratelli di Homely Cool sono riusciti a trasformare l’oggetto calzino in un segno di stile. Colori bellissimi, iconografie tratte dalla religione cristiana, stampe e figure: queste le creatività utilizzate da Homely Cool che rappresentano solo una delle peculiarità di questa azienda. L’altra risiede nella tecnica, custodita gelosamente e giustamente: stampa in digitale su calze di cotone, al 100%. Tecnica non semplice e acquisita nel tempo attraverso varie rielaborazioni. Speriamo che i pantaloni si accorcino sempre di più, così potremo mostrare queste bellissime calze acquistabili su Gleest.
%name Homely cool
1) Partiamo dal principio. Chi c’è dietro Homely Cool e come avete cominciato.
Ci sono due fratelli Sarah e Andrea, che da diversi anni lavorano nel mondo della moda, che un giorno hanno pensato di dare vita nuova ad un accessorio che tutti hanno sempre indossato e che sempre indosseranno, che per troppo tempo era stato rilegato in un cassetto secondario del guardaroba di ognuno di noi, la calza.
Ammettiamo anche che l’hipster mania e la moda del “risvoltino al pantalone” ci ha aiutato molto, sia nell’idea che nel poi realizzarla.

 

2) Come mai vi siete focalizzati sulle calze?
Abbiamo sempre amato l’accessorio calza e siamo sempre stati dei grandi consumatori, ma diciamo che era rivolto soprattutto ad un pubblico del settore o di nicchia. Ci piaceva l’idea di sdoganare il calzino, renderlo fashion e dargli la stessa importanza che si da ad ogni capo di abbigliamento. Partiamo ad essere particolare fin dai capi che solitamente nascondiamo.
%name Homely cool
3) Dai motivi geometrici siete passati a veri e propri capolavori da indossare. Chi realizza i disegni? 
Abbiamo collaborato con altri artisti, quest’anno con Cecy Blonde che oltre ad essere bravissima è un cara amica. Le sue favole hanno avuto un grande successo. Per la prossima collezione abbiamo in serbo una grandissima sorpresa.

 

4) Ho letto che preferite non rivelare le vostre tecniche produttive. Cosa è che ci potete dire riguardo la produzione?
Homely è un brand made in Italy fatto da artigiani della moda, come amiamo definirci. Collaboriamo con piccoli imprenditori che ci forniscono i materiali e il prodotto grezzo che poi noi lavoriamo internamente. Tutta la parte creativa, stampa e la parte finale viene gestita nella nostra sede. Abbiamo studiato molto per ottenere un buon risultato e fatto molte prove ed evoluzioni, la stampa in digitale sulle calze è molto complicata e ci teniamo a mantenere internamente il know-how acquisito.
%name Homely cool
5) E dopo i calzini? A quali altri dettagli di stile siete interessati?
Homely pian pianino sta aggiungendo altri prodotti alla collezione, pur rimanendo affezionato alle calze e agli accessori che permettono di rendere unico e personale ogni look.
Negli scorsi anni abbiamo inserito l’underwear, i collant e i gambaletti stampati in nylon. Quest’anno aumentiamo le categorie aggiungendo altri accessori che potrete vedere a Giugno nel nuovo campionario venendoci a trovare a Pitti Immagine dove anche quest’anno saremo presenti.

 

6) Quali sono i mercati che apprezzano maggiormente il vostro prodotto?
Al momento grazie a ottimi collaboratori e a imprenditori che hanno creduto in noi e nel nostro brand abbiamo coperto tutto il territorio nazionale, abbiamo iniziato a guardare al resto del mondo con cautela, crediamo che le cose debbano svilupparsi gradualmente, però abbiamo già esportato in Russia e ricevuto moltissime richieste per la prossima stagione dalla Germania, nord Europa e dal Giappone.
%name Homely cool
7) Domanda di rito (anche se passiamo alla parte alta del corpo!). Che modalità hai in testa?
Non fermarsi mai!!! Essere sempre in continuo movimento con la testa, non smettere mai di pensare in modo propositivo e soprattutto cercare di migliorare di volta in volta e avere nuove idee. Siamo due ragazzi fortunati che fanno il lavoro che amano e che cercano di svolgerlo nel migliore dei modi, felici del riscontro ricevuto, ma che non sottovalutano nessuna situazione.