SONIA DELAUNAY – A Milano Atelier simultané

17022012173344 SONIA DELAUNAY   A Milano Atelier simultané

 

“Sonia Delaunay non reputa le cose familiari, le cose della vita, inferiori come contenuto ai quadri che la resero nota … Voglio ancora ringraziarla per aver abolito un pregiudizio di gerarchie, di amare la vita, la magnifica vita, e per donarci dei capolavori che fanno più belli i nostri gesti quotidiani” René Crevel

La mostra presentata dalla Fondazione Marconi è dedicata alle creazioni di Sonia Delaunay, artista poliedrica che ha rivoluzionato la storia dell’arte, della moda e del costume del secolo scorso.
Nata nel 1885 in Ucraina, un luogo magico che influenzerà tutti i suoi lavori con le sue indimenticabili visioni colorate. Si trasferì a Parigi nel 1905 e sin da subito cominciò a subire il fascino e l’influenza di artisti del calibro di Van Gogh, Gauguin e dei rappresentanti del fauvismo.

Nel 1909 conosce Robert Delaunay ed è subito grande amore, l’anno successivo si sposano e condividono una passione totalizzante per la pittura ma soprattutto per il colore come essenza dell’arte che li porterà ad approdare al movimento chiamato orfismo, ovvero la legge del contrasto simultaneo dei colori.

 19 SONIA DELAUNAY   A Milano Atelier simultané 17 SONIA DELAUNAY   A Milano Atelier simultané 81 SONIA DELAUNAY   A Milano Atelier simultané 211 SONIA DELAUNAY   A Milano Atelier simultané

101 SONIA DELAUNAY   A Milano Atelier simultané

“ Il colore, che è frutto della luce come ha scritto Apollinaire, è alla base dei mezzi materiali del pittore – ed è il suo linguaggio. Il pittore quindi, lavora con il sussidio di elementi fisici, che la sua volontà deve dominare nel suo complesso”. I colori, distribuiti sulla superficie del quadro creano tra loro delle relazioni che si ricreano nell’occhio dello spettatore, “quello che generalmente si chiama mescolanza ottica”. Robert Delaunay

Sonia Delaunay si spinse oltre la pittura indirizzandosi a partire dal 1913 verso la produzione tridimensionale: tessuti, stoffe, vestiti, ambienti a contrasti simultanei, creazioni astratte con rapporti cromatici. Nel 1924 l’artista apre il suo Atelier Simultané: un laboratorio dove vengono abbattute le tradizionali frontiere tra i settori in una perfetta armonia creativa.

Il suo amore per il colore – il colore come vita, cucito e tagliato nella luce – ha generato una serie infinita di varianti combinate nell’estrema varietà che non conosce ripetizioni. Le opere che sintetizzano il suo lavoro testimoniano lo stato d’animo di una libera astrazione e traducono al tempo stesso la ricerca consapevole sul motivo, studiato nelle sue innumerevoli varianti di tonalità, ritmo, vibrazione, forma. L’astrazione decorativa compiuta da Sonia Delaunay  si affianca alla creazione di moda soprattutto nell’inventiva e nell’originalità di scomporre gli oggetti nei loro segni.

La mostra, allestita sui due piani dello spazio espositivo, presenta una parte importante dell’opera di Sonia Delaunay: circa duecento gouaches, una particolare tecnica pittorica dall’effetto opaco, realizzate tra il 1923 – 1934 in cui emerge la ricerca dell’artista sul colore, sul rapporto tra la figura e lo sfondo, l’attenzione per le trame e i molti studi che ne testimoniano l’elaborazione.

17022012170926 SONIA DELAUNAY   A Milano Atelier simultané

Sonia Delaunay Atelier simultané 1923 – 1934

Durata mostra: 22 febbraio – 31 marzo 2012

Fondazione Marconi Arte Moderna e Contemporanea
Via Tadino, 15, 20124 Milano
Tel. 02 29 41 92 32 fax 02 29 41 72 78
info@fondazionemarconi.org
www.fondazionemarconi.org

Da martedì a sabato 10,30 – 12,30 e 15,30 – 19
Ingresso gratuito

We want more

    CERCA