Scopri la guida del Fuorisalone

30 DI QUESTI GIORNI

ep13 carrie girls baseball 30 DI QUESTI GIORNI

Nel lontano 2000 andava in onda in Italia la prima serie di Sex and the City. Avevo 18 anni e ricordo di aver pensato che quelle splendide trentenni tutte aperitivi e shopping fossero si delle gran fighe che si godevano al vita, ma anche un po’ delle sfigate se a 30 anni( età che mi pareva lontaniiiiiiissima) erano ridotte così!

In una delle prime puntate Carrie sentenziava tristemente:

Benvenuti nell’era dell’anti-innocenza: nessuno fa colazione da Tiffany e nessuno ha storie da ricordare; facciamo colazione alle sette e abbiamo storie che cerchiamo di dimenticare il più in fretta possibile. L’autoconservazione e concludere affari hanno priorità assoluta. Cupido ha preso il volo dal condominio

 Ebbene, domani compio 30 anni e voglio parlare dei luoghi comuni e dei luoghi non comuni sulle trentenni di oggi.

In primis credo che l’età anagrafica sia un concetto superato perché non ci sono più passaggi obbligati o stereotipi da seguire, almeno non nella civiltà occidentale e soprattutto nelle grandi città.

Milano non sarà New York, e noi non passiamo il nostro tempo a comprare Manolo Blahnik e a parlare di sesso tra un cosmopolitan e l’altro, ma siamo sicuramente molto diverse dalle trentenni di una volta.

Cosa siamo allora?

Facendo un po di surfing sul web scopro che :

-A 30 anni la donna raggiunge l’apice della femminilità (ottimo!)

-La fertilità femminile dopo i trenta anni diminuisce del 90%,(Cacchio…)

-L’età in cui le donne compiono scelte definitive si è notevolmente alzata ( quella degli uomini invece è si è spostata in data da definirsi…)

Certo al naturale corso dell invecchiamento fisico e biologico non si può contravvenire, ma di sicuro a quello mentale si, eccome.

Personalmente guardando indietro ero più “vecchia”a 25 anni, tutta compresa nel mio intento di diventare adulta, fare carriera, sposarmi e avere una vita quanto più perfetta possibile.

Ora che ne sto per compiere 30 il mio unico interesse è capire il mondo e le persone e farne parte nel modo più intenso possibile.

Oggi ho comprato l’ennesimo paio di scarpe, ho trovato il primo capello bianco, sto per partire per le vacanze e cerco di fregarmene degli uomini che sentenziano che dopo i 30 diventiamo “autoritarie” o che trasmettiamo tristezza , fretta e aggressività!

A tutte voi che come me stavate arredando una casa per due, che non siete ancora state Ibiza o che sognate di andare a meditare in India..non preoccupatevi:

Ibiza, L’Ikea e l’Himalaya esisteranno ancora tra 5 anni..non c’ e alcuna fretta.

A 35 cominceremo a preoccuparci!

Ringrazio vivamente :

chi (trentenne o no) è arrivato alla fine dell’articolo e che quindi ora sta leggendo, le Modalità Girls, Antonio, la mia Mamma e il mio Papà  e tutti quelli che mi faranno gli auguri!!

via ai festeggiamentiiiii!!

CERCA