ART WEEK 2018

Gli appuntamenti da non perdere in città

Torna a Milano dal 9 al 15 aprile l’Art Week, l’appuntamento con l’arte contemporanea, che precede di pochi giorni il Fuorisalone e rende il mese di aprile un momento di grande energia creativa per la città!

Ma come fare ad orientarsi tra centinaia di appuntamenti? Di seguito i nostri suggerimenti:

 

MIART 13/15 aprile (vernissage 12 aprile) – Fieramilanocity, padiglione 3, gate 5

Si conferma per il secondo anno la direzione artistica di Alessandro Rabottini che ha contribuito fortemente a dare un nuovo volto alla storica manifestazione e con un nuovo team internazionale di curatori apre un dialogo sempre più ampio e continuo tra maestri del dopoguerra, talenti emergenti e design di ricerca.

FONDAZIONE NICOLA TRUSSARDI “SACRILEGE” 12/15 aprile – CityLife

La Fondazione Trussardi presenta una delle più note installazioni dell’artista inglese Jeremy Deller: nel parco delle sculture di CityLife un monumentale gonfiabile, in scala 1:1, ricalca il sito archeologico di Stonehenge, enormi dolmen e menhir simbolo della cultura british e patrimonio dell’UNESCO. Prima volta dell’anticonformista Deller con un’istituzione italiana per un progetto personale, sotto la supervisione di Massimiliano Gioni.

Jemery Deller si definisce un “istigatore di interventi sociali” infatti spesso le sue opere sono caratterizzate dalla partecipazione del pubblico che uniscono oggetti ed eventi tra realtà e rappresentazione, storia e fiction, ricostruzione filologica e paradosso unito ad uno spiccato senso dell’umorismo.

Deller trasforma il monumento di Stonehenge in un gigantesco gioco gonfiabile, riproducendolo in plastica e facendolo diventare un’attrazione da luna park di 35 metri di diametro sul quale tuffarsi e saltare!

08. TMI DELLJ 31741.YorshireSculpturePark.14 e1522336365197 ART WEEK 2018

YA BASTA HIJOS DE PUTA. TERESA MARGOLLES 28.03/20.05 – Pac Padiglione d’Arte Contemporanea Via Palestro, 14

Mostra personale di Teresa Margolles, l’artista messicana dal crudo realismo che racconta le contraddizioni e violenze della società contemporanea. Con uno stile minimalista e dal forte impatto emotivo ma soprattutto un titolo che urla ribellione e speranza “ora basta figli di puttana”, le 14 installazioni di Margolles esplorano gli scomodi temi della morte, ingiustizia sociale, odio di genere, come i  femminicidi di Ciudad Juarez, marginalità e corruzione generando una dolorosa tensione tra inferno, bellezza e consapevolezza.

In occasione della Art Week il 13 aprile alle 19 l’artista presenta una performance tributo a Karla, prostituta transessuale assassinata appunto a Ciudad Juárez, interpretata da Sonja Victoria Vera Bohórquez, una donna transgender che si prostituisce a Zurigo.

tmthumb ART WEEK 2018

“THE FEELING OF THINGS” MATT MULLICAN 12.04/16.09 – Hangar Bicocca via Chiese 2

Inaugurazione 11 Aprile 2018, ore 19

E’ la più grande mostra personale mai realizzata da Matt Mullican in Italia. Attivo sin dagli anni ’70, Mullican ha cercato di spiegare e dare struttura a ciò che lo circonda sviluppando un vocabolario e un sistema complesso di modelli che definisce “i cinque mondi” che corrispondono a un diverso livello di percezione e sono rappresentati da altrettanti colori: verde per gli elementi fisici e materici, blu per la vita quotidiana, giallo per gli oggetti che acquistano valore, come l’arte, bianco e nero per linguaggio e simboli, rosso per soggettività e idee.

Per l’HangarBicocca l’artista ha concepito un’imponente architettura sulla forma delle sue iconiche cosmologie in cinque colori che occupa quasi completamente i 5.000 metri quadrati dello spazio espositivo insieme ad un’ampia selezione di opere dagli anni ’70 ad oggi: dipinti, frottage, bandiere, sculture in vetro, opere su carta, video, light box, opere a pavimento e grandi installazioni.

larger e1522409678281 ART WEEK 2018

“VIR TEMPORIS ACTI” MARCELLO MALOBERTI – GAM via Palestro 16

Performance 13 Aprile 2018, ore 18:30

La scultura Vir Temporis Acti del 1914 realizzata da Adolfo Wildt è stata la fonte di ispirazione per la performance di Marcello Maloberti che mette i scena un ragazzo seduto nella sala del Parnaso, come un tableau vivant dal forte impatto teatrale, che ritaglia le immagini dei grandi capolavori statuari neoclassici degli artisti presenti in collezione.

Il pavimento si ricopre di fotografie come un immenso collage in trasformazione e il ragazzo, a sua volta “scultore”, diventa scultura agli occhi del pubblico e solo per questa occasione diventa parte della collezione museale.

DSC03405flat e1522410327272 ART WEEK 2018

PRISMA 11/12.04 – Triennale Teatro dell’Arte viale Emilio Alemagna, 14

Il Teatro dell’Arte presenta la performance a più mani del coreografo Alessandro Sciarroni, la fotografa Alice Schillaci, e i video-artisti Masbedo (Nicolò Massazza e Iacopo Bedogni), nata come sviluppo finale della campagna multimediale del Miart 2018 dal claim: “l’arte comunica l’arte“, un dialogo tra discipline artistiche, danza, fotografia e video-arte e linguaggi creativi che sfociano in un’azione live.

Uno still dalla campagna di comunicazione di miart 2018 realizzata da Alessandro Sciarroni Masbedo e la fotografa Alice Schillaci e1522409800357 ART WEEK 2018

DOMUS 90. GIO PONTI 15.04/06.05 – Galleria Carla Sozzani Corso Como 10

Inaugurazione 14 Aprile 2018, ore 18

La mostra racconta la poliedrica attività dell’architetto e il suo approccio di sintesi delle arti che esprime per tutta la vita attraverso le pagine della rivista Domus che ha diretto per quasi 40 anni dal 1928 al 1979. Il tema della casa, caro a Ponti, testimonia importanti cambiamenti sociali ed è raccontato da una serie di editoriali, copertine grafiche, immagini fotografiche, una selezione di oggetti e stampe vintage.

domus cover 152 ago 1940 e1522419712339 ART WEEK 2018

BUT A STORM IS BLOWING FROM PARADISE – GAM via Palestro 16

Una profonda riflessione sul concetto di migrazione dei popoli oltre ad un voler sfidare le opinioni stereotipate sulla regione del Medio Oriente e Nord Africa sono alla base di But a Storm is Blowing from Paradise, ottava e ultima tappa della Guggenheim UBS MAP Global Art Initiative.

Tredici artisti originari dell’Iran, Afghanistan, Libano, Arabia Saudita e Turchia animano fino al 17 giugno gli spazi della Galleria d’Arte Moderna selezionati dalla curatrice Sara Raza nell’ambito della collaborazione tra il Museo Solomon R. Guggenheim di New York e UBS. Grazie al raffinato e arioso allestimento dello studio di architettura AOUMM il percorso espositivo segna passaggi fluidi tra sculture, video, installazioni, lavori su carta e fotografie che esplorano l’architettura e il ruolo dei monumenti come strumenti ideologici del potere, evocando sia la storia coloniale sia le implicazioni della globalizzazione e della gentrificazione.

unnamed 6 1024x683 e1524749636852 ART WEEK 2018

CERCA